Spirulina Nasa Spazio Astronauti Samantha Cristoforetti

Cibo e ossigeno per gli astronauti di domani

Immaginate di traslocare e di passare i prossimi mesi all’interno di una piccola stanza, senza la possibilità di uscire e di rifornirvi di cibo. Brutta situazione, vero? Immaginate che però dalla finestra di questa vostra nuova abitazione riusciate a godervi un panorama mozzafiato: l’intero globo terrestre baciato dai raggi solari.

In altre parole, immaginate di essere degli astronauti della NASA all’interno della stazione spaziale internazionale.

Prima di partire per la missione, però, dovrete scegliere un alimento da portare con voi. Da bravi italiani potreste pensare alla pasta, ma dovete tener conto che nello spazio qualsiasi cosa non legata vola via e che nessun vostro collega sarà contento vedere spaghetti al sugo in ogni dove.

A togliervi ogni dubbio ci ha pensato la NASA: la spirulina è tra gli alimenti più adatti per una missione spaziale perché possiede una concentrazione di nutrienti che nessun altro alimento può eguagliare. Un solo grammo di spirulina corrisponde all’equivalente nutrizionale di un kilogrammo di frutta e verdura assortita. Non male, vero?

La spirulina, oltre a nutrire il corpo, è cibo per la mente. Essa, grazie al suo contenuto di minerali essenziali, contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso e delle funzioni cognitive. Avere pensieri più chiari permette di compiere azioni più efficaci, il che è particolarmente importante per un astronauta perché lo spazio può essere un ambiente molto pericoloso e decisioni brillanti in risposta a problemi imprevisti possono letteralmente salvare la vita.

Un altro problema che la Spirulina risolve ha a che fare con l’aria che ogni astronauta respira: la conversione di anidride carbonica in ossigeno attraverso la fotosintesi. In questo video la nostra connazionale Samantha Cristoforetti e alcuni scienziati mostrano come la coltivazione di spirulina all’interno di fotobioreattori, la stessa tecnologia utilizzata per la coltivazione di Spirulina Leonida, può rivelarsi una soluzione rivoluzionaria per la produzione di ossigeno durante le prossime missioni spaziali di lunga durata.

Clicca qui per vedere come Samantha Cristoforetti e lo chef Stefano Polato preparano assieme lo snack a base di cereali integrali, frutta e spirulina in filamenti che la stessa Samantha consumerà in orbita!

Scopri come coltiviamo Spirulina Leonida, una spirulina biologica e 100% made in Italy!

 

Fonti:

Giacomo Fais, Alessia Manca, Federico Bolognesi, Massimiliano Borselli,
Alessandro Concas, Marco Busutti, Giovanni Broggi, Pierdanilo Sanna,
Yandy Marx Castillo-Aleman, Ren´e Antonio Rivero-Jim´enez, et al. Wide
range applications of spirulina: from earth to space missions. Marine Drugs,
20(5):299, 2022

https://www.esa.int/ESA_Multimedia/Images/2016/09/Spirulina

https://www.esa.int/Science_Exploration/Human_and_Robotic_Exploration/Research/Planting_oxygen

https://ntrs.nasa.gov/citations/19890016190

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.